mercoledì 13 luglio 2011

Pizzelle di sciurilli


Eccovi servito un'altro classico della cucina Napoletana.Direi che dalla foto avete già capito,stò parlando delle pizzelle di sciurilli, che si preparano principalmente in estate, quando sulle zucchine fiorisce questo bellissimo fiore arancio.Queste delizie non sono altro che fiori di zucca,avvolti nella pastella e fatti friggere.Pensate, che la pastella che li avvolge,è  la classica pasta cresciuta che trovate nelle friggitorie,e in tutti gli angoli delle feste di paese.Si può gustare  senza fiori di zucca,oppure ci si può sbizzarrire aggiungendo all'impasto anche le alghe marine.In genere quando le preparo,ne faccio sempre in grandi quantità,perchè finiscono subito.Ottime,come antipasto,oppure come contorno...:)

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di fiori di zucca,
500 gr di farina 00,
3 uova,
50 gr di pecorino romano,
1 cubetto di lievito di birra,
acqua frizzante q.b,
sale,pepe,
olio di arachidi per friggere.


Procedimento:

La mia vicina,che ha un orto strepitoso,appena ha le prime cose di stagione,me le porta sempra.Come non apprezzare un bel mazzo di fiori di zucca.Appena li ho visti,mi sono subito balzati alla mente,di preparare le pizzelle di sciurilli.


Cominciamo,con sciacquarli bene; eliminate la base verde e il picciolo interno,poi tagliateli in 3 parti.


Prendete una ciotola abbastanza capiente,e versateci dentro,lafarina,le uova,il pecorino, il sale e il pepe quanto basta,e infine il lieto di birra sciolto in acqua tiepida.


Mescolate un pò,dopodichè aggiungete gradualmente l'acqua frizzante.Non ho messo le quantità dell'acqua,perchè dipende molto dalla farina.Per cui quando vedete che è liquida ma non troppo,è pronta.


Questa è la consistenza della pastella.Versateci dentro i sciurilli ,e mescolateli bene all'impasto.


Lascite lievitare coperti,in un luogo tiepido,lontano da correnti d'aria.Quando l'impasto sarà raddoppiato è pronto.



Prendete una padella capiente con i bordi alti,e versateci dentro l'olio di arachidi ,che trovo eccezzionale per le fritture.Appena sarà giunto a temperatura,con un cucchiaio lascite cadere l'impasto.Deve dorare da tutti e due i lati.


Eccoli qua,caldi e poronti da mangiare.Io consiglio di servirli tiepidi,anche se sono buonissimi anche il giorno dopo.



Con questa ricetta partecipo al bellissimo contest di Batuffolando



7 commenti:

Imma ha detto...

Questi li provo subito!!!che belli!!!

Erika90 ha detto...

Anche mia nonna me li faceva spesso da piccolina!!! mamma quant'erano buone!! devo assolutissimamente dire a mia nonna di cucinare insieme a lei queste meravigliose crocchette di sciurilli!!

Ilaria ha detto...

Anna...ricetta superappetitosa ma soprattutto..bellissime foto! brava,brava,brava!

Anna ha detto...

Hai ragione Erika,anche io quando preparo queste ricette,ripenso sempre al mio paesino in provincia di napoli,dove mamma e nonna preparavano questi buonissimi manicaretti...:)

Anna ha detto...

Grazie Ilaria,hai visto che mi stò impegnando con le foto,grazie anche ai tuoi preziosissimi consigli.

Anna ha detto...

Imma provali e poi mi dici,sono eccezzionali...:)

Ilenia - senticheprofumino ha detto...

Ottimi!! anche noi li faciamo e li chiamiamo semlicemte "fiori Fritti"....complimenti fanno prorpio venir fame!!

Ti potrebbero anche interessare..

Related Posts with Thumbnails