giovedì 21 giugno 2012

Amarene sciroppate...della zia Lilina





Era da tanto tempo che cervavo questa ricetta.Mi ricordavo che mia nonna le faceva sempre,ma ero troppo piccola,per segnarmi la ricetta.Allora qualche mese fa,mi venne in mente che mia zia Lilina,sorella di mia mamma,a cui sono affezionatissima,doveva averla scritta lei da qualche parte,perchè una volta me ne diede un vasetto.
In questo periodo la zia metteva sempre il banchetto con  le ciliege da vendere,dove teneva un sacco di frutti,tra cui le ciliege cervone,che qua non si trovano,oltre alle amarene.
Per chi non sà quali siano ,glielo spiego subito; quella tipologia di ciliege ,dal colore un pò bianco ,e usatissime per metterle sotto spirito,proprio perchè restano belle sode.



Dopo che è rimasta vedoova la zia non è più riuscita a tenere il banchetto,perchè sapete anche voi che con una pensione minima è impossibile al giorno d'oggi andare avanti,ma lei fa tanti sacrifici e ci riesce.Allora appena gli ho chiesto se l'aveva,mi ha subito detto di sì! Che bgioia la famosissima ricetta della nonna ChiaraStella,ricetta testatissima al 100% e che oggi voglio condividere con voi,ricordando la  mia nonna ,che ora non c'è più,e che ringrazio sempre per tutto ciò che mi ha insegnato.
Sicuramente a vedersi le amarene sciroppate non sono belle come quelle comprate,ma il sapore è buonissimo.In più con lo sciroppo avanzato,potete guarnire dolci,oppure mescolare all'acqua creando un'ottima bevanda per l'estate.
Volevo fare un piccolo appunto,il procedimento è un pò lungo,ma non perchè bisogna lavorarle,molto,ma pechè vanno fatte riposare qualche giorno,prima di invasarle.Infatti è proprio grazie a questa lavorazione che il risultato è eccezionale ^_^





Amarena sciroppate...della zia Lilina


Ingredienti per 1 kg di amarene:

1 kg di amarene snocciolate,
1 kg di zucchero,
alcool qb


Procedimento:

Sciacquate bene le amarene,senza togliere,il gambo e il nocciolo,mi raccomando.Scolatele per bene,e con l'apposito attrezzino,snocciolatele.


Versate il tutto in una pentola in acciaio,con lo zucchero,e fate cuocere a fuoco medio,finchè lo zucchero si sarò sciolto.Appena bolle,lasciate cuocere finchè non si forma la schiuma,circa 5/10 min,poi spegnete e fate riposare 24 ore.

Il giorno dopo alla stessa ora con un schiumarola,scolate le ciliege e mettetele in una ciotola (io uso la linea " la dolcetteria"),divendole dallo sciroppo.


Mettete lo sciroppo in una pentola  e fate cuocere finchè non bolle,e fa la schiuma.Fatto ciò,togliete la pentola dal fuoco ,e  riversate dentro le amarene e fate riposare 24 ore.Rifate lo stesso procedimento per altre 2 volte.In totale devono essere 3 giorni.



Fatti i 3 giorni,sterilizzate i vasetti,mettendoli in forno a 100° per 10 min.Scolate le amarene e mettetele nei vasetti,aggiungendo lo sciroppo necessario per coprirle.Non esagerate perchè con lo sciroppo,perchè dopo rilasceranno anche loro quello che hanno immagazzinato.Prima di chiudere coprire il tutto con 1 cucchiaio di alcool puro per alimenti,che servirà a farle conservare.



Conservate in luogo fresco,,durano anche più di un anno.provatele e poi mi dite.Lo sciroppo che rimane,mettetelo in una bottiglia ben chiusa.

20 commenti:

renata ha detto...

Tutta la passione delle donne della tua famiglia in questo barattolo!!!!
Complimenti
Sono davvero meravigliose!!!!!!!!!!!!!
Un bacio Annarè

mariangela ha detto...

intanto ti ringrazio per essere passata dal blog, poi ti faccio i complimenti per questa meraviglia e infine controllerò con attenzione le tue ricette per la festa. Grazieeeee

GG ha detto...

Le ricette di famiglia sono sempre le migliori, non solo perchè sono testatissime e di sicuro effetto, m anche perchè suscitano sensazioni, ricordi e memorie di tanto tempo prima...questi vasetti sembrano davvero fantastici!
Un bacione, GG

Lorena ha detto...

adoro le amarene!!!!...ma ancora di più mi piacciono queste ricette che si tramandano di generazione in generazione :) tua nonna ne sarebbe sicuramente contenta.

limone & caffé ha detto...

Stupenda ricetta! Grazie davvero per averla condivisa con noi! 1 bacio
Valeria

direfaremangiare ha detto...

Quanta poesia in questa preparazione! Si sente tutto l'amore per la famiglia, per le tradizioni, i ricordi dell'infanzia a cui tutti noi siamo legati e che custodiamo nel cuore. Mi hai emozionato oltre che incuriosito e ti ringrazio per la ricetta. Emanuela

Giada V. ha detto...

Ma che buone devono essere!!! Le mangerei così, o le metterei su deliziosi cupcakes, o dei biscottini al posto della marmellata, o in una torta!!! Insomma, le mangerei molto volentieri qualunque modo!! :)
Sembrano ottime, complimenti!! :)

A presto, Giada.
http://sorbettoalimone.blogspot.it/

Licia ha detto...

Io le preparo,ma in modo diverso,tra qualche giorno sono pronte,posto poi la ricetta! Ciao <3

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Renata:Grazie mille,è proprio così ^_^

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Mariangela:é stato un vero piacer,spero che qualche mia ricetta ti sia utile.

I manicaretti di Annarè ha detto...

@GG: E' proprio così,io imango sempre affascinata dalle ricette di una volta.

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Lorena:Grazie di cuore ^_^

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Limone&caffè:Di nulla è un vero piacere.

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Direfaremangiare:Grazie di cuore,ti ammetto che io mi sono emozionata tantissimo nel prepararla.

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Giada V: Grazie mille!

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Licia:dai davvero?Allora non vedo l'ora di vedere anche la tua ricetta ^_^

Barbapapà, Luna e Blade :-) ha detto...

Bravissima tu e la zia! E' vero con una pensione minima e che si può fare al giorno d'oggi purtroppo, nulla. Però se tua zia è così brava ne vale la pena fare sacrifici! un grande abbracico a tutte e due :)

Erika90 ha detto...

questa è una ricetta preziosa!! grazie per averla condivisa con noi....

Ale ha detto...

Sto finendo di prepararle ...ieri ho provato subito...emano un profumo...speriamo di non combinare disastri nei passaggi finali! Grazie zia Lina! ;) Buon we

I manicaretti di Annarè ha detto...

@Barbapapà:Grazie mille

@Erika: di nulla è un piacere

@Ale:guarda i passaggi in totale sono 3.Il primo giorno cuoci le amarene con lo zucchero,e le lasci riposare 24.Il secondo giorno le scoli e cuoci solo lo sciroppo,e poi spegni tutto e aggiungi le amarene,lasci riposare 24 ore e il terzo giorno fai la stessa cosa.Il 4 giorno le puoi invasare.Fammi sapere che sono curiosissima!!

Ti potrebbero anche interessare..

Related Posts with Thumbnails