sabato 6 febbraio 2010

Bensone il tradizionale dolce modenese




Quest'oggi voglio proporvi  uno dei dolci più classici e semplici della tradizione modenese,chiamato nel dialetto regionale il " belsòn o bensoun" oppure comunemente il bensone.La sua ricetta è conosciuta in quasi tutte le famiglie della zona,e spesso viene riprodotto a forma di " S",a " ciambella" oppure come ho fatto io a forma allungata tipo pagnotta.Ci sono due versioni per preparare questa torta,sia vuota che con la marmellata di prugne o  con il savor,che potete trovare  nelle marmellate già pronte delle "confetture della nonna.". Un'altra caratteristica della tradizione modenese è quella di bagnare il bensone a fine pranzo in un buon bicchiere di lambrusco.Vi posso garantire che il connubio è ottimo.


Ingredienti:

400 gr di farina 00,
120 gr di zucchero,
110 gr di burro a temperatura ambiente,
3 uova,
1 vasetto di marmellata di prugne " confetture della nonna",
1 bustina di lievito,
un pò di latte solo se necessario,
mezzo bicchierino di sassolino o anice,
1 limone grattuggiato,
zucchero in granella,
1 uovo per spennellare .


Procedimento:

Prendete una terrina e unitevi dentro la farina,lo zucchero e il lievito,mescolate bene il tutto e poi aggiungete il burro a pezzettini con la scorza di limone e il sassolino.


1-Unitevi le uova e mescolate velocemente un pò come per la pasta frolla.Io avendo la possibilità ho usato l'impastatrice della kenwood con cui realizzo la maggior parte delle mie ricette.
2-Lavorate a velocità minima,fino a realizzare un impasto durino ma non molle.


3-A questo punto entra in gioco il latte,che viene aggiunto all'impasto solo se risultasse troppo duro.Mi raccomando ne bastano poche gocce.
4-Lo tolgo dal gancio e lo impasto un pò sul tagliere.Ora prendo un foglio di carta da forno e stendo la pasta formando un rettangolo.



Adesso prendiamo la marmellata distribuiamola  solo nella metà della pasta,cercando di non uscire fuori dai bordi.


Con l'aiuto della carta da forno,solleviamo la metà vuota e chiudiamo il nostro dolce,stando  attenti a sigillare bene i bordi,così eviteremo che durante la cottura  la marmella ta fuoriesca.




Se non vi piace vedere la chiusura dei bordi,potete fare come ho fatto io,ribaltando delicatamente il dolce su una teglia da forno precedendemente foderata,mettendo in evidenza la parte che era sotto.Prendete un uovo e spennellate la parte superiore,poi ricopritela con zucchero in granella.



Infornate a 180° per 30 /40 min.




Lo togliamo dal  forno e aspettiamo che si raffreddi.





Che ve ne pare? Bello vero? E anche buono.Ne ho tagliate alcune fette per farvi vedere il suo interno.
Volevo ricordarvi che potete conservarlo chiudendolo in un sacchetto di plastica anche per 5 o 6 giorni.
Questo dolce è molto buono anche la mattina con il latte.




Buon bensone a tutti....


Annarè consiglia : se l'impasto risultasse troppo molle,è colpa della grandezza delle uova,per cui consiglio di metterne uno alla volta e verificare la consistenza.Se fate fatica ad arrotolarlo,aiutatevi come ho fatto io,con la carta da forno.



3 commenti:

Sabrina ha detto...

ottimo il bensone.Ciao Sabrina

Damiana ha detto...

bentrovata un blog di cose davvero buone,la pasta e fagioli con le cozze,da buona napoletana l'ho apprezzata molto.baci e complimenti!

Anna ha detto...

Grazie Damiana per esserti fermata nel mio blog.Pasta e fagioli con le cozze per me è davvero buonissima,se avrai modo di farla fammi sapere....ciao da Anna

Ti potrebbero anche interessare..

Related Posts with Thumbnails