venerdì 8 luglio 2011

Zeppole di San Giuseppe al forno



Dopo le delizie al limone e il babà al rhum,sono arrivate anche le zeppole di San Giuseppe,il tipico dolce che si prepara per la festa del papà,il 19 marzo,ma che io rifaccio anche in altri momenti dell'anno..Molti si chiederanno,perché  chiamarle proprio le zeppole di san Giuseppe?Perché Si diceva che il Santo,oltre a fare il falegname,avesse anche un chioschetto, dove friggeva;per cui  la tradizione napoletana ,vuole che San Giuseppe sia anche il protettore  di tutti i friggitori.Infatti se vi è capitato di girare per i quartieri di Napoli vi sarete resi conto di quanti banchetti di friggitorie ci sono.Io mi fermo tutte le volte a comprare i panzarotti.Ci sono vari tipi di zeppola,quella con la pasta da bignè fritta,e quella con le patate,oppure quella al forno come in questo caso;è un dolce semplice,riempito con crema pasticcera e coperto con amarene sciroppate.Ne approfitto per ringraziare la "Toschi "per avermi inviato le sue buonissime amarene sciroppate,con cui ho decorato le zeppole.

Zeppole di San Giuseppe al forno

Ingredienti per le zeppole :

250 gr di acqua,
75 gr di burro,
150 gr di farina 00,
3 o 4 uova,
sale.

Per la crema  pasticcera :

500 gr di latte intero,
4 tuorli,
50 di fecola di patate,
150 gr di zucchero,
la scorza di 1 limone,
1 bustina di vanillina,
un pizzico di sale.
Amarene  sciroppate Toschi


Procedimento :

Preparate in antcipico la crema pasticcera come descritto qui ,e fatela raffreddare.




Ora prepariamo la pasta per le zeppole,mettendo sul fuoco una pentolina media .Aggiungeteci l'acqua,il sale e il burro.Appena il liquido bolle,togliere dal fuoco e versare tutto in un colpo la farina.Mescolate energicamente con un cucchiaio di legno finché il composto non sarà perfettamante liscio.





Rimettete sul fuoco e mescolate finché l'impasto non sarà diventato una palla e si staccherà dalle pareti lasciando una sottile patina bianca.Ora togliete dalla pentola e fate raffreddare.


Appena l'impasto è tiepido, unite uno alla volta le uova ,facendo assorbire bene il primo,prima di aggiungere gli altri.L'impasto deve risultare lucido e cadere pesantemente dal cucchiaio.Se invece troppo denso unire anche il 4 uovo.

Mettere tutto in una sacca poche con il beccuccio a stella, e fare tante ciambelline col buco.


Infornare a 200° per circa 35 min senza aprire il forno.,finché non saranno gonfie e dorate.




Tagliatele a metà e farcitele con la crema,dentro e fuori.



Come tocco finale,decorate con le amarene e lo sciroppo.Io ho usato le buonissime amarene sciroppate Toschi.

Consiglio :
Spesso capita a molte persone che la pasta da bignè non si gonfi abbastanza,e che appena fuori dal forno diventa una pizzetta.Il mio pasticcere mi ha detto, che se si aggiunge  un po' di lievito per dolci nell'impasto diventeranno gonfie che è una meraviglia..:)

8 commenti:

Ilaria ha detto...

Noooo,Anna,le zeppole...che buoneeee!!! ma io non riesco a farle!non mi vengono queste cose!comunque copio subito,tu spieghi troppo bene,baci

Anna ha detto...

Non ci credo Ilaria,che una come te non riesca a fare le zeppole.Se non ti si gonfiano,un pò di lievito e il gioco è fatto!!!..:)

Stefania ha detto...

Che belle Annarè,mi sà che proverò il trucchetto del lievito,visto che le mie diventano sempre piatte :(

Francesca ha detto...

Che dire le zeppole sono buone sempre.Brava Anna

Anna ha detto...

Prova quel trucchetto Stefania e poi mi dirai..:)Ciaoo

Anna ha detto...

hai proprio ragione Francesca,le zeppole sono buone tutto l'anno!!

Angy ha detto...

Anna,ma queste le hai realizzate al forno o fritte?le vorrei fare anche io!!

I manicaretti di Annarè ha detto...

Ciao angy,si sono fatte al forno.Se leggi bene,nel procedimento,lo avevo scritto.però se le vuoi fare fritte si possono fare.^_^

Ti potrebbero anche interessare..

Related Posts with Thumbnails